parallax background
The Man in the High Castle
maggio 7, 2014
Animali fantastici e dove trovarli
dicembre 3, 2016

Ecco avete presente i film di fantasmi, quelli che a Roma chiamano “de paura”? Ecco questo film prodotto da Netflix potrebbe sembrare proprio uno di quelli. Ma avete presente anche i film “de guera”? Ecco il genere è anche quello. E film dove la scienza la fa da padrona? ecco di nuovo. Insomma potrebbe domandarsi a questo punto un lettore impaziente, ma che razza di film è?

 
È , per citare un altro splendido film, un “amalgama” (Parenti amici e tanti guai).

Ci troviamo in Moldavia dove uno scienziato che lavora nel settore della difesa e ha progettato un visore notturno ad ampio spettro luminoso viene inviato ad indagare su una morte misteriosa di un uomo dei reparti speciali. In sostanza sembra che il visore abbia registrato qualcosa di anomalo e che questa anomalia spettrale sia la causa apparente della morte del soldato.

Ho apprezzato le ambientazioni, Netflix non ha badato a spese, la qualità del video in ottima risoluzione visto su un iPhone 6s plus, l’ottima gestione di banda (mai un lag). Il paesaggio di guerra è reale, in ogni suo terribile aspetto.

La storia regge, fila, veloce, in alcuni passaggi se vogliamo scontata, la missione di recupero che finisce male (non dovrei dirlo visto che ci ho scritto su un libro) ma che permette al protagonista di studiare questo fenomeno a fondo scoprendo che si tratta di qualcosa di assolutamente scientifico, una vera e propria arma. I cui fondamenti sono nello stato della materia noto come stato condensato.
Da lì la situazione si complica, i nostri amici si trovano in condizione di dover affrontare le cause di queste anomalie spettrali organizzando uno scontro finale coi fiocchi.

Nel complesso una storia che segue stilemi piuttosto classici del genere INSeCTA stesso li ha in buona parte ricalcati, ma lo fa con intelligenza e senza mai scadere nel banale sovrannaturale, la scienza resta sempre la lente con la quale il protagonista guarda il reale.

Questo probabilmente è il punto nodale, cioè oggi la televisione generalista ci ha disabituati al punto di vista scientifico, addirittura la scienza viene tacciata di essere foriera di male i vaccini sono male, i loro principi scientifici vengono messi in dubbio. Ecco qui io ritrovo un po’ lo spirito che mi ha animato nello scrivere il mio libro ed è per questo motivo io credo che questo film mi è anche piaciuto, la scienza può far danni, ma solo se si analizza il reale con occhio scientifico si riesce a venirne a capo. Che è poi lo stesso modus operandi dei protagonisti di un grande libro Il quinto giorno di Frank Schatzing. Ed è lo stesso punto di vista della vera fantascienza secondo me, quella che non scorda mai le sue basi scientifiche appunto.

In conclusione, se avete Netflix e se non lo avete potete farvi un mese gratis di prova, date uno sguardo a Spectral, merita.

 

Lascia un commento